Pesca Passata


La pesca a passata è una delle più diffuse nei fiumi italiani. Consiste nello sfruttare la corrente per trascinare il galleggiante,così da far sembrare l’esca come del cibo normalmente trasportato dal fiume. Di solito si pratica nelle piane dei fiumi,dove ci sia una corrente adatta a praticare questa pesca e un fondale abbastanza regolare. Perciò si pratica più spesso nei fiumi di fondovalle o in qualche tratto collinare,evitando i tratti più torrentizi dove per ovvi motivi l’azione risulterebbe impossibile. Il nome deriva dal tratto di passata,ovvero il percorso che il pescatore fa fare al galleggiante all’interno della zona da lui pasturata,che ripeterà ad ogni lancio cercando con precisione di restare all’interno di quella fascia d’acqua dove dovrebbe aver attirato i pesci. I pesci che si possono insidiare con questa pesca sono molti: barbi,cavedani,savette,carpe,carassi,altri ciprinidi e anche trote nel fondovalle (ricordandosi però il divieto di usare i bigattini come esca e pastura per evitare di incorrere in sanzioni nel caso in cui ci troviamo a pescare in un corso d’acqua di categoria A).


Lunedì
CHIUSO
15:30 – 19:30
Martedì
08:30 – 12:30
15:30 – 19:30
Mercoledì
08:30 – 12:30
15:30 – 19:30
Giovedì
08:30 – 12:30
15:30 – 19:30
Venerdì
08:30 – 12:30
15:30 – 19:30
Sabato
08:30 – 12:30
15:30 – 19:30

Via Enzo Natta 40 Settimo Di Pescantina VR, 37026 Settimo Di Pescantina VR

VAI